martedì 10 luglio 2012

simil_grancereale e quel che resta di Tuscania

Sono a casa. I mesi trascorsi in Etoile sono stati talmente intensi che mi sembra passata una vita. I primi giorni mi guardavo intorno sperduta, non trovavo più i miei spazi (alquanto risicati), persino il pavimento mi sembrava sconosciuto. Il tempo, davvero troppo. Vagavo freneticamente in cerca di qualcosa da fare mentre tutto (e tutti) mi diceva "calma Verena, rilassati, siediti, respira che ne hai proprio bisogno". Le settimane a Cagliari mi hanno davvero rinfocillata. Produzione, idee nuove da poter condividere, vecchie amicizie consolidate e nuove nate nel migliore dei modi. Valentina, Rita, Pinella ce l'ho con voi ovviamente. Nuove energie hanno ricominciato a scorrere e ho cominciato davvero ad intravedere la possibilità di essere quello che voglio, senza rinunce da parte mie e senza sacrificare il mio essere e voler sempre essere innanzitutto una madre. Non sarà semplice, non lo è mai per una donna, ma è possibile e così sarà allora.
Certo passare dai laboratori dell'Etoile o da quelli della Pasticceria Piemontese alla cucina di casa mia è deprimente a dir poco. Confido in qualche acquisto (meglio regalo essendo ad ora ufficialmente disoccupata) futuro che mi permetta qualcosa in più senza diventare matta.
Il periodo vissuto a Tuscania è tatuato (in senso ancora figurato) sulla mia pelle e tutto intorno a me. Una maglietta in un cassetto, un quaderno di appunti, libri nuovi. Sono una persona diversa con una diversa, davvero maggiore professionalità.
Ci sono cose che restano.
Ma ci sono anche cose che passano....tipo il pacco di muesli che son mesi che sta li e gira l'italia saltando di busta in busta.
Beh basta, non ti sopporto più.






Ricetta simil Grancereale con il muesli della coop di Tuscania:
150 gr di muesli alla frutta tritato grossolanamente
200 gr di farina (per me di farro bianca)
180 gr di burro
100 gr di zucchero (per me zucchero di canna)
55 gr di uova intere (1 uovo leggermente sbattuto)
1/2 cucchiaino di bicarbonato
sale

Setacciare la farina, il bicarbonato e il sale. Aggiungere il burro a pezzi e impastare con le mani fino a renderlo granuloso. Aggiungere il muesli tritato e lo zucchero e impastare. In ultimo versare le uova e mescolare quanto basta a rendere il composto omogeneo. Appiattire, avvolgere con carta da forno e lasciare riposare in frigo per un'ora abbondante. Scaldare il forno a 180°, stendere la pasta, copparla a piacere (considerare che in forno tenderanno ad allargarsi e perdere la forma), sistemare distanziandoli su carta da forno e infornare per 10-15 minuti.
Adriano dice che sono speciali con una bella spalmata di marmellata di fragola home made e inzuppati nel latte freddo. Non so se consigliare quest'ultimo passaggio ma il biscotto secco merita, facile e sano.
Buon appetito!

1 commento:

Pinella ha detto...

Faro' questa ricetta. Cerchero' di metterci dentro l'emozione provata leggendo dei tuoi sogni. Vivili. Realizzali. Tutto o quasi tutto si puo' fare se si ha l'animo gentile. e tu ce l'hai.
Ti seguiro'. Come fossi tu la proiezione dei miei, di sogni.